EFL

Analisi dei contenuti – sostegno alla gestione della mandria

Con l’esame funzionale del latte (EFL), l’azienda iscritta al libro genealogico (azienda LG) ottiene ogni mese le indicazioni sulla quantità di latte e sul contenuto di latte delle sue bovine. L’analisi del numero di cellule e del contenuto di urea nel latte sono analisi standard a disposizione dell’allevatore. Gli esami funzionali del latte forniscono preziose indicazioni per la gestione della mandria.
Le valutazioni annuali EFL sono pubblicate nell’edizione n. 2 razzabrunaCH  con il titolo “Anno di controllo lattiero”.

I risultati dell’analisi dei campioni di latte sono spediti all’allevatore il medesimo giorno per posta A. Poco dopo il prelievo, sono così a disposizione indicazioni sulla produttività, il contenuto, la salute della mammella e la fertilità.

Metodi di controllo EFL

Metodo di prova A4
Con il metodo di prova A4, la registrazione della quantità di latte e il prelievo del campione avviene in due mungiture consecutive (mattina e sera).

Metodo di prova AT4
Con il metodo di prova AT4, la registrazione della quantità di latte e il prelievo del campione avviene solo in una mungitura, alternativamente una volta la mattina e la volta successiva la sera.
In caso di contatori elettronici del latte riconosciuti, la quantità giornaliera di latte può essere ripresa direttamente dal computer (ATM4).
In caso di medie di più giorni, la registrazione della quantità di latte avviene di regola con la media degli ultimi 7 giorni. La media di più giorni è utilizzata in aziende con robot e in stand di mungitura. Il prelievo dei campioni in aziende con robot avviene in modo alternato (mattina / sera), in una mungitura, mediante un apposito apparecchio per il prelievo (Shuttle).

Metodo di prova AZ4 (scambio automatico dei dati animali SADA)
Aziende con robot di mungitura che dispongono del rispettivo Software e di un collegamento Internet possono utilizzare il metodo di prova AZ4. Con questo metodo, i dati sulla quantità di latte sono trasmessi automaticamente e quotidianamente alla federazione d’allevamento (scambio automatico dei dati animali SADA). Secondo le direttive ICAR (comitato internazionale per gli esami funzionali nella produzione animale), il calcolo della media giornaliera avviene con i dati di tutte le quantità di latte registrate nelle precedenti 96 ore.
Braunvieh Schweiz riprende i costi per l’istallazione del programma e i costi correnti per il trasferimento dei dati. Una parte di questi costi sarà compensata con la riduzione dell’indennizzo per i controllori del latte. Secondo la marca dell’impianto di mungitura sono possibili dei costi supplementari a carico dei gerenti aziendali. Si prega di rivolgersi al proprio tecnico di manutenzione dell’impianto di mungitura.
Aziende con robot di mungitura delle marche BouMatic, DeLaval, Fullwood, GEA, Happel e Lely possono annunciarsi come aziende di routine.

Metodo di prova BZ4 (controllo B con SADA)
In aziende con robot di mungitura e SADA (metodo di controllo AZ4) è possibile effettuare un controllo B (controllo proprio). Oltre a SADA, un’ulteriore condizione è l’utilizzo dell’applicazione eBGS. L’applicazione sostituisce il bollettino accompagnatore cartaceo utilizzato durante il controllo lattiero. Questo metodo di controllo si chiama BZ4.

-Thomas Villiger, Beinwil AG-
«Per la nostra azienda con robot, il metodo di controllo BZ4 è preciso, efficiente e flessibile.»

I vantaggi

  • grazie all’analisi del contenuto del latte (grasso, proteine, urea) è possibile calcolare delle razioni più equilibrate
  • assicurare la qualità della produzione di latte e migliorare la qualità del latte grazie alla determinazione del numero di cellule
  • profittare delle indicazioni sulla produttività, la salute della mammella e la fertilità

 

Tariffe EFL per aziende LG

Annunciatevi ora per l’esame funzionale del latte e migliorate la gestione della vostra mandria!

Formulario d’iscrizione EFL per aziende LG










    Data di nascita

    EFL

    Regolamenti

    Di seguito è possibile trovare un elenco con tutti i regolamenti di Braunvieh Schweiz in relazione con gli esami funzionali del latte. Sono pure a disposizione degli opuscoli sul calcolo dei punti latte (PL), sulla determinazione del numero di cellule e del contenuto di urea:

    Regolamento ASB per l’esecuzione degli esami funzionali presso i bovini in Svizzera.

    Analisi dei contenuti per aziende non LG

    Anche aziende non iscritte al libro genealogico (aziende non LG) possono far analizzare il latte delle loro bovine. I campioni di latte sono analizzati con moderne apparecchiature d’analisi. Il cliente ottiene i risultati per posta A e, se disponibile, per email. Il tutto il medesimo giorno dell’arrivo dei campioni al laboratorio.

    I campioni delle aziende non LG sono analizzati sul loro contenuto di grasso, proteine, urea e numero di cellule. I contenuti del latte sono importanti per il pagamento del latte secondo i contenuti. Il numero di cellule nel latte fornisce inoltre importanti informazioni per la gestione della mandria.

     

    Tariffe aziende non LG

    -Enea Polti, Olivone TI-
    «L’analisi dei contenuti sull’alpe è un ottimo controllo della qualità.»

    Numero di cellule
    Il numero di cellule nel latte fornisce importanti indicazioni sullo stato di salute della mammella. La salute della mammella di una bovina ha un ruolo primordiale nella produzione di latte di elevata qualità. Le malattie della mammella causano ogni anno notevoli perdite nella produzione di latte.

     

    Determinazione del contenuto di urea
    Con la determinazione del contenuto di urea è possibile trovare delle disparità tra il contenuto di energia e di proteina grezza nella razione di foraggio. Queste disparità possono avere differenti effetti negativi sul risultato aziendale.
    Per valutare il contenuto di urea si consiglia di suddividere l’effettivo in tre gruppi di lattazione. In caso di un contenuto di urea nel latte troppo elevato, la razione contiene troppo proteine grezza rispetto all’energia. In caso di un contenuto di urea basso, la razione contiene troppa energia rispetto alla proteina grezza.

     

    Quoziente grasso/proteine (QGP)
    Il QGP è un indicatore dell’approvvigionamento energetico che non sottostà ad un effetto di diluzione in caso di crescente quantità di latte. Per la Bruna, il QGP dovrebbe idealmente trovarsi tra 1.0 e 1.4. Un valore superiore a 1.4 potrebbe indicare una chetosi clinica o subclinica della bovina – soprattutto per le bovine nei primi 100 giorni di lattazione. Un QGP inferiore a 1.0 può avere differenti motivi a dipendenza dello stadio di lattazione. A inizio lattazione si potrebbe trattare di un’acidificazione del rumine. Verso la fine della lattazione potrebbe invece trattarsi di un eccesso energetico nella razione. Sul rapporto di laboratorio sono indicati due valori limiti QGP specifici alla popolazione: uno per gli animali di razza Jersey e uno per le altre razze (Bruna, Grigia alpina, Holstein, ecc.).

    I vantaggi

    • grazie alla determinazione del numero di cellule è possibile sorvegliare meglio lo stato di salute delle mammelle
    • mammelle sane riducono i costi per il veterinario
    • le informazioni sul foraggiamento e l’approvvigionamento delle bovine sostengono la gestione della mandria

     

    Ordinate ora l’analisi dei contenuti del latte e profittate delle informazioni sul numero di cellule e il contenuto di urea!