Informazioni sulla SVG

Stima dei valori genetici (SVG): Allevare significa generare dei discendenti migliori dei genitori e questi possono trasmettere solo il loro patrimonio genetico. La selezione dovrebbe quindi avvenire in base alle predisposizioni genetiche e non secondo delle produzioni o caratteristiche osservate. Nell’allevamento del bestiame lattifero, i caratteri rilevanti sono influenzati da differenti geni.

Ogni discendente ottiene un campione casuale della metà dei geni del padre e della madre. Un genitore non trasmette il medesimo campione a tutti i suoi discendenti e quindi si possono trovare delle nette differenze anche tra sorelle o fratelli germani.

Con la stima dei valori genetici (SVG) si cerca di suddividere le informazioni fenotipiche osservate nelle componenti: genetica e ambiente:

fenotipo = genetica + ambiente

Il valore genetico (VG) è una stima della predisposizione di un animale riguardo ad un determinato carattere. Secondo la teoria della genetica di popolazione, l’effettivo valore genetico di un animale è espresso secondo la seguente formula matematica:

valore genetico = 2 x (MPD – MP)
(MPD = media produttiva dei discendenti di un animale)
(MP = media della popolazione di riferimento)

Metodi della SVG

I valori genetici per il latte, grasso, proteine e numero di cellule sono stimati in comune con il cosiddetto modello Test-Day Random Regression a più caratteri, utilizzando le singole pesature del latte di tutte le lattazioni. Il metodo considera il decorso individuale della lattazione delle vacche e fornisce quindi anche dei valori genetici per la persistenza dei tori e delle vacche.

I valori genetici morfologia (descrizione lineare e classificazione, DLC), la mungibilità e il temperamento durante la mungitura (interrogazione sul flusso di latte durante la DLC) sono stimati con il modello animale BULP. I caratteri DLC sono interpretati in gruppi (telaio, bacino, arti, mammella, capezzoli, compresa mungibilità e note) con un modello a più caratteri. Si utilizzano i dati di tutte le lattazioni.

La stima dei valori genetici durata d’utilizzo avviene con una cosiddetta analisi della durata di vita dove è possibile considerare anche i dati delle figlie ancora viventi.

Durante la stima dei valori genetici fertilità femminile, i cinque caratteri individuali rata di non ritorno manza, periodo di riproduzione manza, intervallo d’attesa, rata di non ritorno vacca e periodo di riproduzione vacca sono raggruppati in un indice fertilità (VG fertilità). I caratteri per le manze sono considerati con 1/12 ciascuno, i caratteri RNR periodo di riproduzione per le vacche con ¼ ciascuno e l’intervallo d’attesa con 1/3.

I valori genetici per il decorso del parto (rata di parti normali e rata di nati vivi) sono stimati con un modello BULP paterno a più caratteri. Per il decorso del parto si distingue tra l’influsso del vitello (effetto diretto, decorso del parto toro) e quello della vacca (effetto materno, decorso del parto figlie).

La stima dei valori genetici carne per i tori di razza Bruna Originale comprende i caratteri “peso della carcassa”, carnosità (CHTAX) e “copertura di grasso” per le due categorie di macellazione: vitelli da banco e animali da banco (torelli, manze, buoi). La stima si basa sui risultati della valutazione neutrale nei macelli da parte di Proviande. La stima di routine dei valori genetici avviene due volte l’anno in giugno e in dicembre ed è effettuata dall’associazione “Vacca Madre Svizzera”.

I valori genetici sono stimati su tutte le razze e in seguito standardizzati su una media di 100 mediante una costante di razza. Le condizioni di pubblicazione sono state definite in maniera uniforme. I valori genetici per i tori IA sono pubblicati quando sono a disposizione i dati di macellazione di almeno 20 vitelli da banco, rispettivamente 20 animali da banco. Per i tori in monta naturale sono necessari i dati di almeno 10 vitelli da banco, rispettivamente 10 animali da banco.

Interpretazione dei valori genetici

Interpretazione dei VG latte, grasso e proteine
Braunvieh Schweiz utilizza la seguente definizione di base per la stima dei valori genetici: valore genetico medio di tutte le vacche con età compresa tra sei e otto anni è uguale a zero. Questa cosiddetta base mobile è adattata in aprile ed è valida per un anno. L’attuale base (BS21) è definita dalle vacche Brown Swiss con anno di nascita 2013 a 2015. Il potenziale genetico di un animale può così essere direttamente paragonato con le altre vacche della popolazione mediante i valori genetici. La tabella “interpretazione dei valori genetici” fornisce delle importanti indicazioni. I campi dei VG indicati, sono da interpretare come valori indicativi grossolani, che grazie alla base mobile possono essere mantenuti per più anni.

Interpretazione dei caratteri funzionali
I valori genetici per i caratteri funzionali numero di cellule, mastiti, persistenza, durata d’utilizzo, fertilità femminile, decorso del parto, flusso di latte, resistenza alle mastiti, temperamento e perdite di rimonta sono stati standardizzati su una base di 100 e una variazione standard di 12.

Anche i caratteri dei quali si ricercano dei valori fenotipici bassi (numero di cellule, resistenza alle mastiti, intervallo d’attesa) sono rappresentati in modo da ricercare sempre dei valori genetici elevati. In questa maniera l’interpretazione è semplificata: due terzi di tutti i valori genetici di questi caratteri sono compresi tra 90 e 110 punti indice. Valori genetici oltre 110 sono buoni, quelli oltre 120 sono molto buoni. Valori genetici estremi, oltre 130 o inferiori a 70 sono rari.

Interpretazione dei valori genetici morfologici
Tutte le primipare nelle aziende Bruna Data e Bruna Classic sono descritte linearmente e classificate. I valori genetici sono rappresentati come indici. Durante l’indicizzazione, i valori genetici medi delle vacche di sei a otto anni sono posti a 100. Una variazione standard genetica è uguale a 12. Durante l’interpretazione dei diagrammi a colonne su BrunaNet bisogna tenere in considerazione che una lunga colonna verso destra non è sempre desiderata.

Interpretazione dei valori genetici OB
I valori genetici (VG) per gli animali Original Braunvieh sono rappresentati con una base separata (base OB21). Per confrontare i valori genetici OB con la base della razza Bruna, bisogna considerare la costante di base indicata nella tabella “interpretazione dei valori genetici” (VG OB = VG BS + costante OB).

Interpretazione dei valori genetici

valutazione
(% tutti i VG)
medio
(ca. 68 %)
buono
(ca. 14 %)
molto buono
(ca. 2 %)
costante OB
latte kg -400 a +400 +401 a +800> +800629
grasso kg-17 a +17+18 a +35> +3528
grasso %-0.15 a +0.15+0.16 a +0.30> 0.300.04
proteine kg-12 a +12+13 a +25> 2521
proteine %-0.10 a +0.10+0.11 a +0.20> 0.20-0.02
VL90 a 110111 a 120> 12018
persistenza90 a 110111 a 120> 120-4
n. cellule90 a 110111 a 120> 120-7
resistenza alle mastiti90 a 110111 a 120> 120-8
morfologia90 a 110111 a 120> 1204
durata d'utilizzo90 a 110111 a 120> 120-9
mungibilità90 a 110111 a 120> 120-5
temperamento90 a 110111 a 120> 120-1
fertilità90 a 110111 a 120> 120-6
parti normali diretto90 a 110111 a 120> 12018
parti normali materno90 a 110111 a 120> 1204
nati vivi diretto90 a 110111 a 120> 120-5
nati vivi materno90 a 110111 a 120> 120-5
perdite di rimonta90 a 110111 a 120> 120-5
ITE900 a 11001101 a 1200> 1200*
VF90 a 110111 a 120> 120-15
VGP90 a 110111 a 120> 120 *

* gli indici ITE e VGP per la BS e la OB non possono essere paragonati direttamente tra loro a causa di differenti ponderazioni dei caratteri.

Valori genetici totali

Con l’indice totale economico (ITE), l’allevatore svizzero della razza Bruna ha a disposizione un moderno mezzo ausiliario, il quale combina in maniera ottimale i caratteri di fitness con i caratteri produttivi. In aggiunta all’indice totale economico sono calcolati anche i due valori genetici parziali “valore latte” (VL) e “valore fitness” (VF) e un valore genetico pastura (VGP).

Per ITE, VL, VF e VGP è utilizzata una base mobile. Vale a dire che durante la valutazione d’aprile, i valori genetici dei singoli caratteri sono standardizzati in maniera che la media degli animali di base sia 0 (caratteri di produzione), rispettivamente 100 (caratteri di fitness).

L’adattamento della base per gli indici ITE, VL, VF e VGP avviene automaticamente con l’adattamento della base per i caratteri individuali. Per l’ITE si utilizza un valore di base 1000 con una deviazione standard genetica di 120. Per il VL, il VF e il VGP si utilizza un valore di base 100 con una deviazione standard genetica di 12.

Termini di pubblicazione

  • martedì, 6 aprile2021
  • martedì, 10 agosto 2021
  • martedì, 7 dicembre 2021