Genomica

Genomica

Con la selezione genomica è possibile stimare il valore genetico di un carattere direttamente dal patrimonio genetico, rispettivamente dal genoma di un animale. Questo metodo è possibile grazie ai cosiddetti SNP (coppie di basi su un filamento DNA) ripartiti regolarmente sull’intero genoma di un animale.

Sul patrimonio ereditario si trovano migliaia di marcatori SNP. Questi marcatori possono essere determinati al laboratorio. Numerosi tori provati in progenie sono stati genotipizzati e formano ora la popolazione di riferimento. In base a questa popolazione di riferimento sono stati paragonati i marcatori interessanti con i valori genetici stimati durante la prova in progenie. Questo processo si chiama stima degli effetti. Con gli effetti dei singoli caratteri è possibile stimare un valore genetico – il cosiddetto valore genetico genomico diretto (VGgD). Questo valore genetico è combinato con i valori genetici dei genitori per raggiungere una maggiore sicurezza. Il VG risultante è chiamato valore genetico genomico ottimizzato (VGgO).

La dichiarazione del VGgO varia a seconda del valore genetico combinato con il VGgD:

VGgD + VG ascendenza GA
VGgD + VG CH G
VGgD + VG Interbull GI

 

VGgO valore genetico genomico ottimizzato
VGgD valore genetico genomico diretto
GA valore genetico genomico diretto (VGgD) combinato con il valore genetico d’ascendenza tradizionale
G VG genomicamente ottimizzato dalla combinazione del VG genomico diretto con i VG svizzeri
GI VG genomicamente ottimizzato dalla combinazione del VG genomico diretto con i VG Interbull

 

Chip SWISScow sviluppato da Qualitas

Oggi, la tipizzazione SNP avviene al laboratorio IFN a Berlino con un chip SNP ottimizzato per le razze svizzere sviluppato da Qualitas e differenti partner. Si tratta del SWISScow Custom 300k Array. Un grande vantaggio di questo chip è che tutti i test individuali per la BS e la BO sono compresi nel test (assenza di corna, k-caseina, beta caseina, tutte le tare ereditarie).

-Thomas Heusser, Buch b. Frauenfeld TG-
«Otteniamo tutte le informazioni necessarie per l’accoppiamento dei nostri animali.»

I vantaggi

  • maggiore progresso zootecnico grazie ad una selezione più severa
  • grazie all’intervallo tra generazioni più corto è possibile aumentare il progresso zootecnico dei tori
  • i giovani tori presentano dei valori genetici attendibili per quasi tutti i caratteri
  • i valori genetici genomici delle madri di tori (anche potenziali) sono utili e sono considerati dalle organizzazioni IA durante la loro scelta
  • con la tipizzazione genomica è possibile determinare tutte le tare ereditarie conosciute e i marcatori genetici per la k-caseina, la beta caseina e l’assenza di corna

Prelievo dei campioni

Il campione per l’analisi può essere prelevato con il cartoncino per i peli o con la marca auricolare con prelievo di tessuto.

Per un campione di peli è necessario prelevare da 50 a 100 peli con radice dall’attacco della coda. Il campione deve essere munito con un’etichetta BDTA. Il formulario d’ordinazione stampato da BrunaNet deve essere allegato al campione di peli. ((Link: Guida per il prelievo di peli))

La marca auricolare con prelievo di tessuto permette di marcare l’animale e di prelevare contemporaneamente un campione di tessuto per l’analisi genomica. Con la marca auricolare con prelievo di tessuto non è più necessario il formulario d’ordinazione stampato da BrunaNet. Il campione può semplicemente essere inviato a Qualitas SA con la busta imbottita allegata alle merche auricolari. L’ordinazione delle marche auricolari con prelievo di tessuto avviene presso Identitas SA.

Tariffe SVG genomici

Utilizzate la selezione genomica per portare avanti il vostro allevamento!

Date di pubblicazione

12.01.202126.01.2021
09.02.202123.02.2021
09.03.202123.03.2021
13.04.202127.04.2021
11.05.202101.06.2021
15.06.202129.06.2021
13.07.202127.07.2021
17.08.202131.08.2021
14.09.202128.09.2021
12.10.202126.10.2021
09.11.202123.11.2021
14.12.202123.12.2021

Marcatori genetici

Braunvieh Schweiz pubblica le informazioni sullo stato delle tare ereditarie di un animale sul certificato d’ascendenza, il foglio delle produttività e su altri documenti del libro genealogico. La dichiarazione delle tare ereditarie si basa sulle decisioni dell’Associazione europea degli allevatori della razza Bruna. La dichiarazione è concordata a livello internazionale e avviene allo stesso modo negli altri paesi della razza Bruna. Tori previsti per l’utilizzo IA devono essere testati su tutte le tare ereditarie conosciute. Tori riconosciuti portatori di aracnomelia non possono essere utilizzati.

Dichiarazione delle tare ereditarie

Le tare ereditarie sono dichiarate con un codice a tre lettere. Le prime due lettere definiscono la tara ereditaria, l’ultima lettera definisce lo stato (C = Carrier = portatore), (F = Free = libero della tara).

Tara ereditaria denominazione libero
dalla tara
denominazione portatore
Aracnomelia ARF ARC
SMA SMF SMC
SDM SDF SDC
Weaver WEF WEC
BH2 B2F B2C
FH2 F2F F2C
OH1 O1F O1C

 

Le tare ereditarie menzionate sopra sono trasmesse in modo recessivo. Ciò significa che un animale si ammala solo quando ottiene il gene difettoso sia dal padre, sia dalla madre. Braunvieh Schweiz consiglia di evitare gli accoppiamenti a rischio. Grazie alla tipizzazione SNP con il chip LD, è possibile effettuare una dichiarazione su tutte le tare ereditarie attualmente conosciute.

Animali portatori omozigoti di una tara ereditaria sono contrassegnati con una S (per sure = sicuro) (per es. B2S). Questo caso particolare non ha una grande importanza per gli allevatori poiché simili animali, sempre che siano ancora in vita, non sono utilizzati per l’allevamento.

Animali senza corna ottengono le seguenti abbreviazioni:

Assenza di corna stato dichiarazione
dichiarazione propria senza corna POR (polled reported)
test genetico senza corna eterozigote POC (polled carrier)
senza corna omozigote POS (true polled)
con corna omozigote POF (polled free)

 

Wurde ein Tier via genomische Selektion als Gurt- ober Blüem-Träger identifiziert, so wird es wie folgt vermerkt:

Marca stato dichiarazione
Cinta portatore eterozigote GUC
portatore omozigote GUS
Blüem portatore eterozigote BMC
portatore omozigote BMS

Descrizione delle tare ereditarie

Aracnomelia: vitelli con questa tara nascono morti o periscono subito dopo il parto. Presentano ossa tubulari fini, allungate e fragili. Le articolazioni sono spesso deformi e irrigidite. La testa presenta un infossamento sulla fronte e la mandibola è fortemente raccorciata. Nella razza Bruna, questa tara ereditaria è stata diffusa soprattutto da Beautician.

SDM è utilizzato presso la razza Bruna come abbreviazione di demielinizzazione spinale. Vitelli colpiti hanno una paresi dalla nascita, di regola in posizione di fianco con arti tesi e con la testa spesso rivolta in dietro. I vitelli non rispondono a nessun trattamento e di regola periscono durante la prima settimana di vita o sono soppressi. SDM risale al toro Elegant.

SMA è l’abbreviazione di atrofia muscolare spinale. I vitelli colpiti da questa tara sono inizialmente sani. Solo dopo 3 a 5 settimane si presentano delle paralisi. L’atrofia muscolare è accentuata soprattutto nella zona della coscia. Spesso seguono tosse e problemi di respirazione. Vitelli con SMA superano raramente l’età di due mesi. SMA risale al toro Destiny e in svizzera è stata diffusa soprattutto con Delegate, Matthew, Improver e Jetway.

Weaver si presenta solo quando gli animali raggiungono la maturità sessuale o quando sono già gravidi. Gli animali hanno un passo insicuro e dimagriscono soprattutto nella parte posteriore. Weaver è stato trasmesso dai tori Target e Matthew.

BH2 è l’abbreviazione per Braunvieh aplotipo 2. Animali colpiti nascono morti o periscono di regola nelle prime settimane di vita. Animali riconosciuti portatori di BH2 in base ad un test genetico sono contrassegnati con B2C.

FH2 è l’abbreviazione per Fleckvieh aplotipo 2. Si tratta di una vecchia tara ereditaria presente sia nella popolazione della Pezzata rossa, sia nella popolazione della Bruna Originale. Gli animali colpiti hanno una crescita fortemente ridotta durante le prime settimane di vita. A medio termine non sono in grado di sopravvivere. Animali BO e RBO, riconosciti portatori di FH2, sono contrassegnati con F2C.

OH1 è l’abbreviazione per Original Braunvieh aplotipo 1. OH1 è una tara ereditaria presente nella popolazione Bruna Originale. Gli animali colpiti presentano un disturbo visivo più o meno grave. Questo disturbo visivo è in parte notato solo quando gli animali raggiungono una certa età. Nella Popolazione Brown Swiss, OH1 raggiunge solo una frequenza minima. La tara ereditaria è quindi pubblicata solo per gli animali BO o RBO.